Educazione all’igiene dentale nei bambini e prevenzione

il sorriso si cura da fin da bambini

I nostri figli, fin da quando sono bambini, vanno educati all’igiene orale affinché possano diventare adulti consapevoli dell’importanza dell’igiene per prevenire nel tempo l’insorgere di carie e mantenere più a lungo possibile una bocca sana e un bel sorriso.

 

È bene infatti far prendere loro dimestichezza fin da subito con lo spazzolino e il dentifricio più idoneo alla loro età, istruirli sul modo corretto di spazzolare i dentini e abituarli alla loro pulizia con regolarità e costanza.

 

La dottoressa Fortini, con la sua forte empatia con i più piccoli, con un linguaggio semplice e chiaro e con l’ausilio di giochi, scherzi e sorrisi, inizia in poltrona questo percorso formativo che deve essere poi inevitabilmente continuato a casa con i genitori affinché dia risultati nel tempo.

È fondamentale educare i nostri bambini alla prevenzione delle carie.

 

Teniamo ben a mente che l'igiene orale da sola non basta.

Ci sono dei comportamenti che fin da piccoli possono essere corretti affinché si riducano al minimo le possibilità di insorgenza delle carie. Ad esempio il “rimedio della nonna” di intingere il ciuccio/biberon nel miele o nello zucchero è da evitare, poiché se è vero che aiuta a rilassare il bambino è altrettanto vero che sottopone i suoi dentini a sviluppare le carie.

 

Gli zuccheri sono una componente gratificante per il palato ma purtroppo assolutamente da limitare. Se è importante far provare, assaggiare e abituare i bambini a tutti i gusti, è doveroso nei confronti della loro salute eliminare le bevande gassate, che sono piene di zuccheri, ridurre al minimo il consumo di prodotti confezionati e proporre da subito ai bambini prodotti più salutari, freschi e di stagione.


Oltre al cibo, non dimentichiamo che anche l’attività fisica esercitata regolarmente è una sana abitudine di vita da favorire e promuovere fin da bambini. Essa consente lo sviluppo della coordinazione motoria, favorisce una corretta armonia corporea (equilibrio, simmetria, etc), la quale influisce direttamente sull’armonia del cavo orale ovvero sullo sviluppo corretto della faccia e della bocca.

Sigillatura dei molari permanenti

 

Molto importante nel campo della prevenizone dentale del bambino è la sigillatura dei primi quattro denti molari che erompono in genere intorno ai 6 anni.

Poiché il bambino non ha ancora una grande manualità nella pulizia dentale è utile prevenire il formarsi di lesioni cariose su questi denti che per la loro conformazione sono più soggetti alle carie e che rimarranno nel cavo orale per tutta la vita.

Prevenzione e gestione dei traumi

 

Ai bambini capita spesso di incappare in situazioni pericolose (cadute, colpi, etc) nelle quali i denti rischiano di subire un trauma che può inficiare la salute dentale anche per tutta la vita. Per questo è importante farsi trovare preparati in casi come questi, poiché il corretto intervento può evitare danni permanenti.

Nel caso di rottura di un dente è molto importante intervenire subito così:

  1. rassicurare il bambino, consolarlo e tranquillizzarlo affinché possa gestire l’esperienza senza ripercussioni negative;

  2. chiamare tempestivamente lo specialista e conservare la porzione di dente in un ambiente umido, come saliva, latte, soluzione fisiologica…


Per prevenire i traumi è bene prendere delle precauzioni che salvaguardano i denti del bambino. Nel caso di attività sportive a rischio come, ad esempio, pattinaggio, pugilato, mountain bike, ippica, skate board, etc. è fondamentale fornire al bambino un paradenti adeguato. Così come risulta molto utile insegnargli a cadere nel modo corretto mettendo le mani avanti e girando la testa e le spalle di lato.

Educazione alla respirazione corretta

L’atto della respirazione è un atto semplice e istintivo fin da neonati ma respirare nel modo corretto è essenziale per scongiurare la comparsa di molteplici anomalie della crescita, allergie, raffreddori, etc.

 

Respirare a bocca aperta è una cattiva abitudine che va scoraggiata nei bambini. Sono infatti molteplici le conseguenze a quello che potrebbe sembrare solo un “brutto vizio”, tra queste troviamo:

  • alterazione del sonno

  • deficit di crescita (l’80% dell’ormone della crescita, somatotropina, si produce durante il sonno)

  • adenoiditi, raffreddori e otiti

  • problemi comportamentali (iperattivo o rallentato)

  • alterazioni della postura

  • alterazione dello sviluppo del palato e delle ossa orofacciali

  • alterazioni cardiocircolatorie

  • malocclusioni

  • bruxismo

  • scarsa resa scolastica

  • sonnolenza diurna



È importante quindi riconoscere quello che viene definito “respiratore orale”, ovvero il bambino che usa la bocca anziché le vie nasali per respirare, per incoraggiarlo a interrompere questa cattiva abitudine ripristinando la respirazione nasale a bocca chiusa.

Il primo passo da fare è quello di rivolgersi a medici specialisti tra cui l’odontoiatra e il logopedista.

L’odontoiatra nella prima visita può valutare l’occlusione dentale, la posizione della lingua, la forma del palato e avvalersi di specifici apparecchi ortodontici funzionali per ripristinare la corretta respirazione nasale e la deglutizione fisiologica del bambino. Il logopedista, dopo essersi consultato con l’odontoiatra, metterà a punto una serie di esercizi logopedici per rieducare il bambino alla respirazione nasale attraverso esercizi di inspirazione ed espirazione, di utilizzo dell’aria nel linguaggio verbale e esercizi volti a tonificare la muscolatura delle labbra, dei muscoli masticatori e della lingua.

 
 
 
 
 
ozonoterapia-cura-denti-mabino.jpg

Cura dei denti del bambino - Pedodonzia

Cura della carie e devitalizzazione dei denti decidui con anestesia senza ago

Nel nostro studio utilizziamo un approccio ludico per la cura delle carie che coinvolga il bambino con storie, visualizzazioni favolistiche degli strumenti e delle tecniche più invasive, in modo da non spaventarlo ma coinvolgerlo interagendo con lui.

Di solito i nostri piccoli pazienti vanno via soddisfatti e con voglia di tornare a trovarci.

In relazione a questo tipo di approccio, per non impressionare il bambino, invece dell'ago utilizziamo uno strumento ad azione pressoria che riesce ad anestetizzare la parte senza provocare dolore.

Questo tipo di anestesia quando richiesta si utilizza anche nell'adulto.

 

Ortodonzia infantile

Ortodonzia preventiva e intercettiva nel bambino

L'ortodonzia preventiva ha la finalità di intercettare e correggere le future malocclusioni dentarie. È necessario intervenire in età precoce, durante la crescita scheletrica e dentale, quando le strutture ossee sono caratterizzate da notevole plasticità e capacità di adattamento.

Ha come scopo principale la cura delle malocclusioni sin dalla loro comparsa, con dispositivi fissi o mobili, ortopedici o ortodontici per una crescita fisiologica delle strutture cranio-facciali.

Ortodonzia ortopedica

Gli apparecchi ortopedici ortodontici intervengono a modificare l'assetto scheletrico e la tendenza di crescita ossea di quel determinato paziente.

Ortodonzia funzionale

L'ortodonzia funzionale utilizza degli apparecchi elastodontici o rigidi di tipo classico che lavorano attraverso la matrice muscolare sulla base ossea del paziente e che vengono scelti in base alla diagnosi e alla tipologia del disturbo.

Bio-Attivatori: il cuore della dinamica dentale

La dott.ssa Emma Fortini con i pazienti più giovani usa dei Bio-Attivatori che possono essere considerati una straordinaria Bio-Ortopedia Oro-Cranio-Facciale.

 

I Bio-Attivatori sono dispositivi ortodontici realizzati completamente con materiale elastico, termoattivabile e di carattere funzionale. Modificando la crescita dello scheletro Cranio-Facciale, ripristinano l'architettura scheletrica del massiccio craniale e di conseguenza vertebrale, con risultati ottimali dalla masticazione, alla deglutizione e infine alla postura.

Si occupano di ricondizionare il sistema neuro-muscolare e di allineare i denti in un corretto rapporto con le basi ossee e quindi con il cranio, le articolazioni temporo-mandibolari (ATM), il rachide cervicale e perciò con il sistema Cranio-Sacrale (postura).

Trattasi di una vera Bio-Ortodonzia che si approccia alla terapia ortodontica nel rispetto di principi importantissimi come la mini invasività, il rispetto dei tessuti orali e la semplificazione delle cure.